Biografia

Il Mezzosoprano Silvia Aurea De Stefano, originaria di Nola in provincia di Napoli, ha studiato Canto al Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino con i maestri Carlo Desideri ed Enrico Turco e alla Musik-Akademie der Stadt Basel (Master of arts in musikalischer Performance Klassik) con il maestro Marcel Boone.

Si è specializzata attraverso lezioni e masterclasses con personalità di spicco quali :Cecilia Bartoli, Raul Gimenez, Jennifer Larmoore,Bruno De Simone, Alessandra Rossi, Vassellina Kasarova, Anna Sophie Von Otter, Sir Thomas Allen, Margret Honig, Mya Besselynk, Kurt Wiedmar, Yvonne Naef, Pietro Rizzo, Graham Johnson, Marilena Laurenza, Massimo Borghese(Foniatra).

Attualmente studia con il Soprano Susanna Branchini.

Fa il suo primo debutto nel 2007 come Alisa nella “Lucia di Lammermoor” all’Atena Lucana Festival.

Da allora si è esibita in diversi teatri e Festival come Cherubino in “Le nozze di Figaro” nell’Akademie der Stadt Basel e nell’Hamburger Kammeroper nel 2015, Despina in “Così fan tutte“ per il festival Schloss Weikersheim tenuto dalla Jeunesses Musical Deutschland, Orsini in “Lucrezia Borgia“ e Hermia in “Midsummer night’s dream” di B.Britten nel Flanders Opera studio, Fatima in “L’Algerino in Italia” nel Bijloke Muziekcentrum in Gent e Paoluccia in “La Cecchina” per il Piccolo Festival del Friuli.

Due volte è stata ospite del Rossini Festival di Bad Wildbad dove ha cantato Maddalena in “Viaggio a Reims” nel 2014 sotto la direzione del Maestro Antonino Fogliani e Zulma in “L’Italiana in Algeri ” sotto la direzione del maestro José Miguel Sierra nonchè Sivene in “Le Cinesi” di M. Garcia nel 2015.

E’ stata membro per la Stagione 2011/2012 del Flanders Opera Studio in Gent (attuale International Opera Academy).

Dal 2013 al 2016 ha fatto parte della compagnia stabile della Hamburger Kammeroper in Amburgo dove ha cantato ruoli come Isabella in “L’Italiana in Algeri”, Cleopatra nel “Giulio Cesare” di G.F. Händel, Cherubino in “Le nozze di Figaro” e Dorabella in “Così fan tutte”.

Nel 2016 è vincitrice del concorso Kammeroper Rheinsberg con l’innovativo progetto “Mozart in 90 minuti”.

Nel 2015 è entrata a far parte della Classe di Regia D’Opera della Regista-Attrice Eleonora Paterniti e degli scenografi Pasquale Grossi e Tommaso Lagattola. Dopo le prime assistenze per Jochen Schoenleber e Nikolas Buechel ha debuttato nel 2017 a Bonn con il Don Giovanni di Mozart per il Landesmuseum.

Prossimi impegni includono il debutto come Cherubino nelle Nozze di Figaro e come Zweite Begleiterin nella Medea di Cherubini al Fertival di Starnberg sotto la direzione di Andrea Sczygiol e come regista il debutto con l’Opera “Das schoene Milchmaedchen” di J. Woelfl nel Beethoven Gymnasium di Bonn.